Zeomineralproducts
HU   EN   DE   SK   CZ   HR   FR   ES   PL   SE   RO   RU  
HU   EN   DE   SK   CZ   HR   FR   ES   PL   SE   RO   RU  
 
 
Chi siamo
La storia breve di Geoproduct
  • www.zeomineralproduct.com
  • www.zeomineralproduct.com
  • www.zeomineralproduct.com
  • www.zeomineralproduct.com
  • www.zeomineralproduct.com
  • www.zeomineralproduct.com
  • www.zeomineralproduct.com
  • www.zeomineralproduct.com
  • www.zeomineralproduct.com
  • www.zeomineralproduct.com

È stata fondata come impresa familiare in 1984.

È stata fondata dalla coppia Mátyás che all’epoca lavoravano ancora attivamente presso Országos Érc- és Ásványbányák Hegyaljai Művei (Stabilimento di Hegyalja delle miniere di minerali metallici e minerali nazionali), e dai loro figli. La società è stata operata come “impresa dal garage” fino al 1989. A quei tempi, è stata creata come una comunità di lavoro economico (GMK) indipendente al posto di una comunità di lavoro economico aziendale (VGMK). Il primo lavoro dell’impresa è stata la valutazione geologica-mineraria di una riserva di perlite in Marocco. Il reddito proveniente da questo lavoro è stato immediatamente speso per lo sviluppo della società e del prodotto. Questo investimento ha dato un impulso all’operazione futura. I primi lavori includono la produzione e l’autorizzazione di alcuni prodotti umani, i quali non sono stati realizzati nell’ambito dell’OÉÁ – ancora attiva – a causa dell’indebolimento del sistema socialista d’allora. All’inizio, i prodotti principali della società start-up erano: la pietra pomice e lo sviluppo di alcuni prodotti umani (Neurosan, Zeodry-84, Zeodry-85, Granofiltri, ecc.). La produzione della pietra pomice è stata portata dall’onda di moda degli anni 80 di indossare jeans sbiaditi.

Lo stabilimento della mini impresa operava nel garage del palazzo condominiale in Szabadság tér a Mád. I primi impianti di frantumazione e macinazione di laboratorio sono stati installati qui. Si distribuivano zeoliti per mangime e materie ammendanti in partite più piccole, e si producevano materiali filtranti Granofiltri in volumi piccoli per l’impresa Erdőkémia ancora operante all’epoca. Le materie prime minerali provenivano dall’OÉÁ, dalle cave dell’Ungheria settentrionale e dall’acquisto di pietre di siepe accumulate durante la viticoltura. In questo periodo, miniere e fonti di materie prime proprie non c’erano. Alla fine del decennio, l’espansione e la delocalizzazione dell’azienda dal garage sembrava inevitabile per l’aumento del livello di produzione, nonché per le denunce fatte dai residenti locali a causa dell’operazione dell’impianto industriale condominiale.

Per questo motivo ancora una volta ha avuto inizio la costruzione di un mini impianto da una capacità di qualche centinaia di tonnellate, senza alcun permesso, ancora nell’area urbana, nel giardino di una casa privata alla periferia di Mád nel 1990. La costruzione dell’impianto è stata realizzata attraverso l’installazione di attrezzature destinate alla rottamazione e con macchinari sviluppati dall’impresa stessa per bisogno. A causa della mancanza di capitale non c’era altra scelta. La direzione dell’impresa non ha permesso il coinvolgimento di investitori stranieri o altri investitori estranei. L’impianto espandeva in continuazione. Fino al 1997, in conformità con la prassi precedente, la società ha reinvestito tutti gli utili nello sviluppo dei prodotti e nella costruzione dell’impianto. A causa dell’aumento continuo delle esigenze, l’impianto costruito in via Bartók Béla si è rivelato piccolo in poco tempo nonostante il fatto che il lavoro era già eseguito in tre turni, in modo continuo. Il mini impianto costruito in giardino non poteva soddisfare le esigenze e l’esercizio di attività industriali nell’area urbana è stato vietato in base alla direttiva dell’Ue nuovamente applicata.

Oltre alla continua espansione, la società ha aperto 7 siti minerari ed ha iniziato la produzione in base a validi piani operativi tecnici in questo periodo. La società ha preso la fornitura di materie prime nelle proprie mani, così i problemi di qualità derivanti dalle caratteristiche diverse delle materie prime acquistate da altre fonti sono stati eliminati. In questo periodo, è stato creato un laboratorio proprio, anche questo realizzato attraverso l’assemblaggio e la ristrutturazione di apparecchiature usate. Tale necessità è stata giustificata dalla produzione nell’ambito del sistema di assicurazione di qualità sviluppata nel frattempo. I siti minerari diventati proprietà della società sono stati creati tramite la riapertura di miniere vecchie e acquisti di miniere da una parte, nonché come risultati di ricerca completamente nuove. Gli investimenti e gli acquisti di siti, nonché l’ottenimento dei permessi hanno assorbito il profilo totale della società in gran parte, ma la società ancora non era costretta a fare un prestito. In questo periodo, i siti minerari seguenti sono stati aperti:

„Mád III. - zeolite, bentonite” (anno 1991) 1995-1999 primo piano operativo tecnico
„Rátka V. - zeolite” (anno 1996) 1997-2011 primo piano operativo tecnico
„Bekecs I. - tufo” (anno 1998) 2000-2004 primo piano operativo tecnico
„Mád IV. - bentonite” (anno 1998) 2000-2004 primo piano operativo tecnico
„Mezőzombor II. - zeolite” (anno 1998) 1999-2003 primo piano operativo tecnico
„Rátka VI. - bentonite, caolinite, quarzite” (anno 1998) 1999-2003 primo piano operativo tecnico
„Rátka VII. - zeolite” (anno 1998) 1999-2003 primo piano operativo tecnico

Nel 1996, è stata avviata la costruzione e l’operazione della cava di pietra di Mád Holt-völgy accanto alla strada n. 31713, nella zona periferica di Mád, a causa delle richieste di pietre di costruzione e di decorazione. L’architettura del periodo post-transizione ha cominciato a far passare in seconda linea la costruzione in cemento e si è volta alle materie prime naturali di costruzione. Le esigenze del pubblico e la ricostruzione di cantine, chiese e castelli locali trascurati durante il regime precedente richiedevano i materiali di pietre di costruzione e di decorazione a livello elevato. Pertanto, oltre alle pietre tagliate su misura sul luogo, l’esigenza si è creata immediatamente per tagliare le pietre e per la preparazione di forme di pietra speciali. Nel frattempo la linea di prodotti „Gyógyító Ásványok” è stata divisa in categorie di prodotti mirati, a base di zeolite e basati su elementi di traccia, quali:

DISPENSARIO FARMACEUTICO DOMESTICO, GIARDINO DI CASA, MANTENIMENTO DI ANIMALI DOMESTICI, PROTEZIONE DELLE PIANTE, TUTELA DELL’AMBIENTE, FAMIGLIA

In questo periodo, il nome dell’impresa viene modificato da Geoproduct GMK a „Gyógyító Ásványok Geoproduct Kft. Il numero dei prodotti ha già superato 100 e le richieste aumentavano costantemente. A causa dell’aumento delle esigenze, delle denunce fatte dai residenti in via Bartók Béla e della direttiva dell’Ue nuovamente applicata, non c’era altra scelta che costruire un impianto per la preparazione dei minerali in periferia che soddisfaceva tutti i tipi di requisiti normativi applicabili nell’epoca. Pertanto, la costruzione dell’impianto per la preparazione dei minerali di Mád Holt-völgy è stata iniziata nel 1998 come investimento in un sito vergine.

La costruzione dell’impianto è stata circondata da una serie di denunce fatte dai residenti locali e da preoccupazioni ambientali continui. Le apparecchiature installate sono state scelte tra i macchinari usati dell’industria pesante mineraria ungherese che è stata distrutta in quel periodo. Le denunce fatte dai residenti locali sono state seguite da cause, denunce ambientali e multe imposte dalle autorità di costruzione. La società ha perso le cause ed ha pagato le multe relative alla costruzione. La società non ha potuto coprire questi oneri dagli incassi giornalieri, così nel 2000, è stata costretta di fare un prestito. La società ha ottenuto il permesso di occupazione relativo all’impianto per la preparazione dei minerali nel 2004.
Durante la costruzione dell’impianto per la preparazione dei minerali, la società ha aperto altri 2 siti minerari ed ha avviato l’operazione di un vecchio cumulo per la produzione di pietre di costruzione e decorazione. Questi sono:

„Sátoraljaújhely I. - argilla” (anno 2000) 2000-2004 primo piano operativo tecnico
„Monok I. - riolite (anno 2005) 2005-2009 primo piano operativo tecnico
„Mád-Bomboly cumuli no II-III (anno 2002) 2006-2010 primo piano operativo tecnico

Siccome le preoccupazioni relative alla produzione a Mád e all’operazione hanno tenuto in incertezza la direzione della società sia per quanto riguarda i residenti locali che le autorità, la società ha acquistato l’area industriale e agricola da 5 ettari della vecchia Búzavirág MgTsz a Rátka nel 2003. La società ha trasformato i capannoni e gli edifici che si trovavano nell’area della vecchia cooperativa per i fini della propria produzione. La trasformazione e l’acquisto del sito costituivano un onere enorme per la società. A causa dell’aumento di produzione, la capacità produttiva dell’impianto di Mád non poteva soddisfare più le esigenze di mercato crescenti, perciò la società ha nuovamente iniziato la costruzione di un impianto per la preparazione di minerali. La costruzione dell’impianto per la preparazione di minerali nell’area della cooperativa ha avuto inizio nel 2005, in base a piani di costruzione autorizzati.

In questo caso, i lavori di costruzione sono stati ritardati dalla creazione della classificazione NATURA 2000, della rete ecologica, nonché dello stato di patrimonio mondiale al posto di denunce fatte dai residenti locali. In questa situazione la realizzazione dei lavori di costruzione di edifici è stata bloccata per anni tramite i piani regolatori. In base alle esperienze negative del passato, i siti sono stati acquistati in parte per evitare i contenziosi. La costruzione ha durato 7 anni e la società ha ricevuto il permesso di occupazione dall’Ispettorato delle miniere di Miskolc nel 2012. Il nuovo impianto ha già una buona capacità di produzione media (500-100 mila tonnellate/anno).

Nel 2009, la società ha presentato un’applicazione per la costruzione del magazzino per l’impianto di preparazione di minerali a Rátka e del negozio discount presso la cava di pietra a Mád. I lavori di costruzione hanno avuto inizio nel 2011 e sono stati completati in febbraio 2013. Con questi ultimi investimenti su larga scala, le capacità di produzione e di vendita di Geoproduct Kft. sono stati creati e i rapporti di proprietà delle miniere sono state sistemate. Per la costruzione totale della società ci sono voluti quasi 30 anni.

Nel 2012, Dr Ernő Mátyás il fondatore e leader della società è scomparso. Purtroppo non ha potuto vedere il completo recupero dell’impresa. La sua eredità intellettuale creativa obbliga i membri della società di continuare i lavori già iniziati. Così Geoproduct Kft. è in proprietà dei tre membri della famiglia dal 2012.

In base ai principi seguiti nei primi anni, il capitale straniero non viene lasciato a prevalere nella società.

Grazie a quest’ultimo sviluppo, le capacità attualmente disponibili possono soddisfare la domanda interna in pieno e le esigenze europee in parte. Per quanto riguarda il futuro, la società non può contare sulla creazione di nuovi siti minerari e l’espansione di siti minerari a causa dello stato di patrimonio mondiale sviluppato nel frattempo. Ai livelli di produzione attuali, le scorte di materie prime delle miniere possono garantire la fornitura di materie prime agli impianti per più di 100 anni. I piani a lungo termine includono la creazione di un mini dipartimento farmaceutico, la produzione delle apparecchiature di trattamento dell’acqua e la produzione di materiali speciali e chimicamente trattati.

L’impresa familiare avviata in 1984 impiega attualmente 66 persone. In molti casi, lo sviluppo e la crescita dell’impresa erano basati su una sequenza di atti non propositivi e predefiniti. Molte volte la fortuna e l’intuizione accidentale hanno spianato la strada travagliata per il suo sviluppo, in modo che il saluto dei minatori “In bocca al lupo” è completamente attuale per l’impresa mineraria sia per quanto riguarda il passato e la realtà di oggi.

12 gennaio 2015 Szabolcs Mátyás